Abbiamo a la tua privacy.
In relazione all'informativa fornitami esprimo il mio consenso all'invio via e-mail della newsletter periodica relativa all'attività istituzionale, congressuale e commerciale di Fieracavalli.

08 NOV 2019

News

Giulia Martinengo Marquet: “Il mio Incontro con Michel Robert”

E’ la stella dell’equitazione azzurra. Giulia Martinengo Marquet è l’unica amazzone dei magnifici otto italiani che domenica parteciperanno alla quarta tappa di Coppa del Mondo, Longines FEI Jumping World Cup™ a Verona. Giulia attraversa un ottimo periodo di forma, come il suo cavallo Elzas, un baio che dopo gli Europei di Rotterdam ha saltato per la prima volta in due concorsi indoor: Oslo e Hensinki. “Ero curiosa di capire che effetto gli facesse gareggiare al chiuso e le risposte sono state positive” dice la Martinengo.

Nata a Palmanova, in provincia di Udine, il 6 Marzo 1979, Giulia fa subito conoscenza con i cavalli sulla scia della forte tradizione equestre della sua famiglia, e inizia a montare appena è in grado di camminare da sola. Finito il liceo e iniziata l’Università la ragazza ha già deciso cosa vuol fare da grande. “Avevo capito che l’equitazione non poteva essere un hobby e espressi il desiderio alla mamma di farne la mia professione. Lei mi appoggiò in pieno e da allora è la mia prima tifosa. Sono una persona molto ambiziosa. I miei genitori avevano casa e scuderia a Palmanova e loro con mio fratello maggiore Riccardo, mi hanno sempre supportata e spinta a non mollare mai.

Nel 2015 Martinengo spiazza tutti vincendo il titolo italiano assoluto, si regala il bis nel 2018 anno in cui realizza il suo capolavoro trionfando alla Coppa delle Nazioni di Piazza di Siena. “Momenti indimenticabili ma ora c’è Verona e per un italiano questo è un appuntamento incredibile. Sono veneta dunque per me gareggiare a casa mia è ancora più speciale. Ricordo quando da piccola venivo qui a vedere i cavalli, i grandi campioni e giravo tra gli stand cercando di portare a casa sempre un ricordino. Ma Verona, come si può vedere dagli iscritti, è una tappa ambitissima anche per gli stranieri. Qui vogliono venire tutti e non per partecipare. Ma per vincere almeno una gara”.

La mamma, il fratello, il marito, ma nella vita e nella crescita professionale di Martinengo un giorno di qualche anno fa irrompe un altro personaggio: una leggenda dell’equitazione, Michel Robert, il campione francese con un curriculum prestigioso. E tutto cambia. Michel da qualche anno si sta dedicando alla crescita dei cavalli giovani e di giovani allievi, con il progetto della Horse Academy. Domani a Verona il cavaliere francese terrà una lezione nell’ambito della WOW Michel Robert Experience, un’intera giornata in campo, ma non il sella bensì cercando di trasmettere pillole di esperienza e dispensando consigli a giovani allievi. E Michel per questa iniziativa si avvarrà della preziosa collaborazione di Giulia Martinengo Marquet. “L’incontro con Michel Robert ha dato una svolta decisiva alla mia vita professionale. Chiesi a Michel se volesse seguirmi nella crescita tecnica. Abbiamo lavorato tre anni e con lui mi si è aperto un mondo nuovo. Lui mi ha fatto conoscere tecniche, atteggiamenti, cura personale e del cavallo che ignoravo. Un’altra equitazione, un altro modo psicologico di vedere le cose di come crescere un cavallo e io con lui. Per me è un onore sabato poter far parte della sua iniziativa qui a Verona. Non finirò mai di ringraziarlo e, se possibile, rubargli ancora qualche segreto”.

previous

A VERONA IRROMPONO I GRANDI

 

Articoli correlati

 
FEI Longines
Volkswagen
Radio MonteCarlo
FEI TV Sky Sport
Porrini Carraro
KASK